Gibilterra – Team #54, nuovo membro UEFA

IMG_2788

Damiano Benzoni

Gibilterra è il cinquantaquattresimo membro della UEFA. La colonia britannica aveva ottenuto lo scorso ottobre lo status di membro provvisorio e l’ammissione ad alcune competizioni internazionali giovanili. La sua ammissione come membro a pieno titolo è stata votata oggi, durante il XXXVII congresso della confederazione calcistica europea tenuto a Londra. Secondo le cronache, la votazione sarebbe avvenuta a larghissima maggioranza.

La rincorsa di Gibilterra allo status di membro UEFA e FIFA è iniziata nel 1997 ed è stata successivamente congelata dal rinnovo dello statuto FIFA nel 2004. Le nuove regole di ammissibilità per le nuove federazioni rispecchiavano la volontà della FIFA di ammettere solo federazioni facenti capo a stati riconosciuti all’interno dell’ONU (nonostante in passato siano state fatte delle deroghe a tale requisito, come nel caso delle Isole Fær Øer o le stesse Home Unions a cui però lo statuto stesso concede di poter partecipare separatamente).

A ostacolare con pertinacia le richieste di ammissione di Gibilterra è stata la Spagna, che continua a reclamare il proprio diritto alla sovranità sulla Rocca: Gibilterra, conquistata dalla marina inglese nel 1704, ha conservato il proprio status di colonia inglese attraverso due referendum nel 1967 e nel 2002 e hanno stabilito, con la Costituzione del 2006, il principio del proprio autogoverno. La Spagna più volte ha minacciato di ritirare le proprie squadre dalle competizioni UEFA in caso di ammissione della colonia, costringendo la GFA a rivolgersi al Tribunale Arbitrale dello Sport nel 2007 e perfino a prendere in considerazione l’idea di chiedere l’ammissione alla confederazione africana invece che a quella europea.

Per evitare ulteriori tensioni, nella decisione odierna della UEFA è inclusa anche la precauzione di non sorteggiare nello stesso girone per le qualificazioni di Euro 2016 Gibilterra e Spagna, come già avviene per altre due coppie di paesi con rivendicazioni territoriali in conflitto: Russia e Georgia, divise da una guerra nel 2008 sullo status autonomo di Abcasia e Ossezia del Sud, e Azerbaigian e Armenia, in lotta per la sovranità sulla regione del Nagorno-Karabakh.

Tra i piani della GFA, dopo la conferma dell’ammissione, c’è la costruzione di un nuovo stadio a Europa Point: il Victoria Stadium, l’unico impianto finora esistente a Gibilterra, sorge in un territorio oggetto di ulteriori dispute tra la Spagna e il Regno Unito. Lo stadio è costruito a ridosso dell’aeroporto nella Verja de Gibraltar, l’istmo che separa il territorio della Rocca dalla Spagna, che per il governo britannico appartiene alla sovranità di Gibilterra essendone stato possedimento per un periodo prolungato. La GFA ad aprile aveva annunciato di aver scelto la data del 29 maggio per la prima amichevole ufficiale dopo l’ammissione. Finora non è però stata confermata, né è stato indicato un avversario.

6 pensieri su “Gibilterra – Team #54, nuovo membro UEFA

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...